Riepilogo della passerella: a Juan Carlos Obando, il dramma è nei dettagli

Quelli disposti a sfidare il viaggio piovoso al Chelsea per lo spettacolo di Juan Carlos Obando, finalista del CFDA/Vogue Fashion Fund 2008, si aspettavano una sorpresa da sogno. Come i ceppi di 'Llorando' di Rebekah Del Rio... [#immagine: /foto/5582b279a28d9d4e05412cf6]|||||| Coloro che vogliono affrontare il viaggio piovoso al Chelsea per il CFDA 2008/ Voga La sfilata di ieri del finalista del Fashion Fund Juan Carlos Obando si aspettava una sorpresa da sogno. Mentre le note di 'Llorando' di Rebekah Del Rio echeggiavano nell'atmosfera intima, lo stilista ha inviato sulla sua passerella una straordinaria collezione (curiosamente intitolata 'The Siren Vs. Hannibal') di abiti lavorati in modo intricato ed eleganti tailleur pantalone, ognuno dei quali è stato accessoriato con pezzi scintillanti della sua collaborazione con la gioielliera Gabriela Artigas. Le giacche presentavano bellissimi dettagli scultorei dall'aspetto organico sulla schiena, mentre gli abiti 'armatura' di apertura, con i loro elaborati dettagli plissettati in chiffon di seta, erano vere prodezze di artigianato. Non dovrebbe sorprendere il fatto che Obando lavori come direttore artistico oltre a perseguire il design della moda: con i loro piegamenti, drappeggi e forme impeccabili, i suoi vestiti sono essenzialmente opere d'arte indossabili. Quelle pieghe di cui sopra, per esempio? Interamente cucito a mano. Nella sua cartella stampa, Obando ha scritto: 'La moda... dovrebbe essere sempre attuale ed esprimere un punto di vista'. Questa collezione ha realizzato entrambi, con colori volanti (o dovremmo dire vorticosi?).

--ELANA PESCATORE