Incontra Solange, stagista di moda

Come stagista di moda, posso assistere a servizi fotografici nell'area di New York. Devi essere pronto ad aiutare con qualsiasi cosa sul set: ho dovuto (gentilmente) strappare una muta... [#immagine: /foto/5582b4a0941a95530d04a1c4]|||||| Come stagista di moda, posso assistere a servizi fotografici nell'area di New York. Devi essere pronto ad aiutare con qualsiasi cosa sul set: ho dovuto (gentilmente) tirare una muta su un modello e appuntare strategicamente un altro in tulle. Proprio di recente uno stilista mi ha chiesto di essere sullo sfondo di uno scatto, quindi vedremo se la mia pseudo recitazione entrerà nella rivista!

Più regolarmente gestisco l'arrivo e la partenza dei bauli. Queste grandi custodie di plastica (con ruote) contengono tutti i vestiti e gli accessori che verranno utilizzati sul set. Disimballo e mercifico i campioni, in genere organizzati per silhouette, prima di cuocerli a vapore in una forma perfetta per le immagini. Una volta che lo stilista ha creato un look per la modella, registro gli oggetti fotografati su fogli di seduta e allego una foto corrispondente. Ogni look ha il suo foglio di seduta con designer e descrizioni specificati per i pezzi indossati. Questi documenti sono distribuiti in tutto l'ufficio - anche il caporedattore li vede - quindi è imperativo che siano espliciti e accurati.

Tornato in ufficio, catalogo digitalmente campioni di scatti per l'assistente di moda Truc Nguyen e lei richiede informazioni di credito corrette (prezzo al dettaglio, dove acquistare, ecc.). Quasi tutti i pezzi che usiamo per le riprese sono presi in prestito da un designer o da una società di pubbliche relazioni, quindi abbiamo un volume estremamente elevato di pacchi che entrano ed escono dall'ufficio. Parte del mio lavoro è controllare questi pezzi dentro e fuori. Ciò comporta taglierini, molto nastro adesivo e la registrazione di una descrizione del campione nel nostro sistema di archiviazione (disposta in file a fisarmonica per accessori, gioielli e abbigliamento).

La creazione di storyboard è una delle mie parti preferite del lavoro. Editori e stilisti schedano le immagini nel lookbook di un designer o style.com foto della passerella e io fotocopio e taglio i look. Li nastro su cartoncino bianco magro organizzato dal designer. Le schede vengono create per ogni storia; sono un ottimo modo per comprendere la visione estetica e il tema per una diffusione imminente. Le schede vengono scansionate e modificate utilizzando Photoshop, quindi utilizzate per richieste di prezzo e campioni. Assisto con queste richieste collaborando regolarmente con aziende di pubbliche relazioni e showroom di design.



Durante la settimana della moda di New York ho aiutato con le richieste di biglietti per tutti, dal direttore degli accessori Taylor Tomasi al direttore della fotografia Jennifer Pastore. Ho costantemente aggiornato il programma generale delle presentazioni, spettacoli e feste della settimana per la distribuzione in ufficio. Gli editori di moda ricevono anche un programma giornaliero personalizzato e un pacchetto con i loro spettacoli specifici e i biglietti corrispondenti.

Alcuni suggerimenti per ottenere uno stage perfetto: invia un'e-mail all'assistente del dipartimento di tua scelta con largo anticipo rispetto alla data di inizio prevista. Prova a fare domanda durante il periodo invernale: è meno competitivo e un ottimo modo per mettere piede nella porta. Personalizza il tuo curriculum e la tua lettera di presentazione per il pubblico della rivista e per la posizione che preferisci. Se necessario, raggruppati e riprova: non mi è stato nemmeno offerto un colloquio quando ho fatto domanda l'anno scorso.

Mentre apparentemente lavoravo nel mio carrel, ho passato indicibili pezzi di tempo a leggere Mark Garber il sito web di E fino a poco tempo fa avevo un doppio abbonamento: un numero è stato messo da parte per la custodia e l'altro tagliato per le bacheche di ispirazione. Se qualcosa ti entusiasma costantemente, perseguilo! Inevitabilmente la tua passione verrà notata e apprezzata. Molto prima che l'inimitabile Tim Gunn lo dicesse, i miei genitori mi incoraggiarono a 'farcela funzionare'. So che puoi farlo anche tu!