High School Musical: Lea Michele di Glee

La piccola di Broadway Lea Michele si sintonizza per Glee in televisione. Rachel Berry, l'adolescente aspirante regina del dramma al centro della serie di canti e balli della Fox Glee, ucciderebbe praticamente per essere Lea Michele, l'attrice che interpreta... [#immagine: /foto/5582b81fa28d9d4e054144cc]|||||| La piccola di Broadway Lea Michele si sintonizza per la televisione Gioia .

Rachel Berry, l'adolescente aspirante regina del dramma al centro della serie di canti e balli della Fox Gioia , ucciderebbe praticamente essere Lea Michele, l'attrice che la interpreta. Dopotutto, Lea ha fatto il suo debutto a Broadway a otto anni, entrando nel ruolo della giovane Cosette Infelice dopo una chiamata aperta. 'Non avevo mai cantato prima', dice il nativo di New York. 'Il mio amico stava facendo un'audizione e io ero tipo, 'Voglio andare anche io!' L'ho semplicemente preso'.

È apparsa Ragtime e Il violinista sul tetto e ha vinto il ruolo da protagonista in Risveglio di primavera a quattordici anni, rimanendo fedele allo spettacolo per quasi otto anni, dai primi seminari alla Great White Way. (Niente è scolpito nella pietra, ma lei 'vuole davvero, davvero' apparire nella prossima versione cinematografica.) Ora ha 23 anni, vive a Los Angeles con Gioia la co-protagonista Dianna Agron (che interpreta la rivale sullo schermo Quinn) e una coppia di gatti che prendono il nome da due personaggi in Capelli . Nel frattempo la signora Berry, sebbene di talento, sta ancora lottando (e bloccata in Ohio).

Tuttavia, Lea insiste sul fatto che era piuttosto entusiasta di interpretare il ruolo di Rachel. 'Ne avevo sentito parlare Gioia per un po'', spiega, 'e ho combattuto per questo, questo è certo'. Alla domanda su chi stesse combattendo, ride: si scopre che non è stata esattamente una battaglia in salita. 'Beh, avevo incontrato Ryan Murphy , il cocreatore, nel 2007, e dopo che sono stato scelto, mi ha detto che aveva scritto la parte pensando a me', ammette. 'Vorrei averlo saputo prima. . . Sarei stato molto meno nervoso!' --LAUREN WATERMAN